FAQ | Concetto di base

Non hai trovato quello che cerchi? Prova con FAQ On Demand

Cosa si intende per Internet of Things (IoT)?

14/06/2022 | FAQ

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Cosa si intende per Internet of Things (IoT)

di Team | durata: 3:14 min.

Nel pieno della quarta rivoluzione industriale, anche nota come Industry 4.0, si fanno strada le innumerevoli forme della digitalizzazione alla cui base troviamo l’Internet of Things ( – Internet delle cose).

Con il termine si fa riferimento al processo di connessione a Internet di oggetti fisici che comunicano il proprio status e i dati sul proprio operato, come statistiche ed altro, accedendo ad informazioni utili per il proprio funzionamento.

Questi oggetti possono appartenere a diversi campi di applicazione: oggetti che fanno parte dell’uso quotidiano come le lampadine, le automobili, i dispositivi smart come gli smart watch, ma anche le risorse in ambito sanitario e agricolo, le soluzioni Smart City fino ad arrivare ai prodotti industriali dove in questo caso si parla di IIoT (Industrial Internet of Things).

Esistono due macro categorie in cui questi oggetti fisici possono rientrare, ovvero:

  • Switch che inviano un comando a un oggetto.
  • Sensori ovvero oggetti che acquisiscono dati per inviarli  ad altri oggetti.

Per entrambe le tipologie sono necessari soltanto due requisiti essenziali affinché essi possano essere in connessione:

  • La presenza di un indirizzo IP, per avere un’identificazione in rete.
  • La possibilità di scambiare dei dati in rete senza bisogno dell’intervento umano.

Il funzionamento di questa tecnologia è semplice e può essere descritta in semplici passaggi.

Prima di tutto i dispositivi IoT devono raccogliere i dati dell’ambiente in cui sono installati (temperatura, umidità ad esempio). Dopodiché, sfruttando le connessioni di rete disponibili, trasferiscono i dati in cloud in modo da renderli accessibili.

A questo punto i dati possono essere elaborati da un software che viene programmato per svolgere un compito in base a tali dati, per esempio azionare una ventola o trasmettere un avvertimento, ed infine sulla base di questi dati agire per rendere azioni e decisioni aziendali più sicure.

Quindi il fine ultimo non è quello di possedere i dati ma di massimizzare le capacità di raccolta e di utilizzo dei dati al fine di analizzarli per rendere più consapevoli le azioni e/o decisioni nei workflow aziendali.

Un ulteriore passo è costituito dalla fase di analisi dei dati per automatizzare i processi aziendali attraverso il supporto di tecnologie come l’ (Vedi FAQ – Concetti di base “Cos’è l’intelligenza artificiale”) e il .

Fino ad ora i benefici dell’utilizzo di internet sono stati limitati alle persone, ma con questa tecnologia possiamo mettere in comunicazione gli oggetti fisici che successivamente interagiscono con le persone al fine di creare sempre di più un mondo digitale.

Risorse esterne

Internet delle Cose (Wikipedia)

Argomenti correlati
Ricerca avanzata
Cerca in...
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Filtra per...
Articoli
Pagine
Filter by Categorie
FAQ
BLOG
EVENTO
CORSO
InnovationChain Newsletter
L'ISCRIZIONE E' GRATUITA E TI PERMETTE DI: - ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SUL MONDO TECNOLOGICO - ESSERE INFORMATO PER PRIMO SU EVENTI E WORKSHOP - CONOSCERE OPPORTUNITA' DI CORSI E MASTER - AVERE PRIORITA' NELLA RISPOSTA ALLE TUE DOMANDE - ACCEDERE AI CONTENUTI RISERVATI - POTER RICHIEDERE AL TEAM APPROFONDIMENTI E FAQ
Non condividiamo o cediamo i tuoi dati con terzi, non inviamo offerte commerciali e non facciamo invio intensivo . In qualsiasi momento potrai cancellare la tua iscrizione. Per leggere l'informativa completa sul trattamento dati
#INNOVATIONBYDEFAULT
NEWSLETTER