FAQ | Concetto di base

Non hai trovato quello che cerchi? Prova con FAQ On Demand

Cosa sono le DApp?

13/09/2022 | FAQ

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Una DApp è un’applicazione decentralizzata che quindi non risiede su un server ma su tutti i server disponibili.

Le DApp, nate grazie alla , si differenziano dalle App tradizionali per alcune specifiche caratteristiche:

  • Le DApp sono decentralizzate. Risiedono su tutti i nodi della rete ;
  • Hanno una Governance distribuita: possono essere modificate da chiunque in base al protocollo di consenso utilizzato;
  • Non sono soggette allo SPOF (Single Point of Failure), sarà molto complicato hackerarle e mandarle  in downtime;
  • Sono Censorchip Resistance, inarrestabili: non è possibile bloccarle perché vivono sulla Blockchain, quindi bisognerebbe bloccare (spegnere) l’intera Blockchain;
  • Hanno il codice trasparente perché essendo degli , chiunque può vedere il codice.

Criticità delle DApp:

  • Sono molto lente e le transazioni richiedono molto tempo (le Blockchain soprattutto quelle tradizionali di ed non sono scalabili ovvero sono molto lente in termini di transazioni per secondo e siccome le DApp vivono proprio sulle Blockchain anch’esse subiscono questa lentezza);
  • Per compensare la domanda e l’offerta di token disponibili, le DApp addebitano una piccola tassa ogni volta che un utente vuole usarle;
  • La Blockchain rende impossibile che una DApp venga rimossa da una rete. L’unico modo per farlo sarebbe chiudere completamente la rete e quindi spegnere letteralmente e cancellare ogni traccia di codice di quella Blockchain;
  • Chiunque si cimenti nello sviluppo di una DApp deve imparare nuovi linguaggi di programmazione se quelli che già conosce non sono compatibili al network scelto. Inoltre, se non si dispone di una Blockchain di prova (Testnet), sarà impossibile annullare qualsiasi operazione;
  • Al momento, le DApp sono molto scarse in termini di usabilità per gli utenti. Non basta, infatti, registrare un semplice account per iniziare ad utilizzarle, bensì l’apertura di un portafoglio di criptovalute (wallet), l’accettazione degli eventuali rischi all’acquisto di una crypto e la probabilità di insuccesso di una determinata azione sulla DApp, con la conseguente perdita di denaro reale.

Esempi di DApp:

  • IDEX: l’exchange decentralizzato più grande al mondo;
  • Steemit: l’alternativa a Facebook basata su Blockchain;
  • CryptoKitties: gattini collezionabili.
blockchain schema

Argomenti correlati

Ricerca avanzata

Search
Cerca in...
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Filtra per...
Articoli
Pagine
Filter by Categorie
FAQ
BLOG
EVENTO
CORSO